Transcription

Piano Spostamenti Casa Lavoro dei Dipendentidell’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale delPiemonteTorino, 28 febbraio 2008

Piano degli spostamenti casa, lavoro del personale dell’Arpa PiemonteMarcella Alibrando SC22 Centro regionale per le ricerche territoriali e geologicheMassimo Boasso SC02 Area per le attività regionali per l’indirizzo e il coordinamento in materia ambientaleEnrico Bonansea SC22 Centro regionale per le ricerche territoriali e geologicheMassimiliano Carrino SC22 Centro regionale per le ricerche territoriali e geologicheEnrico Degiorgis SC02 Area per le attività regionali per l’indirizzo e il coordinamento in materia ambientaleBarbara Lorusso SC22 Centro regionale per le ricerche territoriali e geologicheGiovanni Teppa SS01.01 Comunicazione istituzionaleMauro Turri SS01.03 Sistemi informativi ed informatica2Arpa Piemonte – Piano degli spostamenti casa, lavoro dei dipendenti dell’Arpa Piemonte - Febbraio 2008

È con grande piacere che Arpa Piemonte presenta il Piano degli Spostamenti CasaLavoro dei suoi dipendenti, a conclusione del lavoro già avviato nel 2007 e che l’Agenziatutta ha voluto e sostenuto.Il Piano impegna l’Agenzia ad attuare azioni concrete che possono contribuire aprevenire e diminuire le emissioni inquinanti.La qualità dell’ambiente di vita passa attraverso le azioni, anche piccole, dei singoli.I risultati migliori si otterranno soltanto se saremo in grado di conciliare la nostra sensibilitàambientale con i sacrifici da sopportare per qualche comodità in meno.Da parte dell’Agenzia l’impegno è di verificare tutte le possibilità percorribili perconciliare la propensione alla tutela dell’ambiente al fine di ricercare l’equilibrio tra lavorovita e mobilità che sta assumendo un ruolo sempre più preponderante nella nostraquotidianità.Si darà attuazione a quanto previsto dalla vigente normativa in materia di mobilitàsostenibile ponderando con accuratezza i risultati e i singoli investimenti finanziari, ed ilbilancio finale dovrà avere come obiettivo principale il miglioramento dell’ambiente.Il Direttore Generale3Arpa Piemonte – Piano degli spostamenti casa, lavoro dei dipendenti dell’Arpa Piemonte - Febbraio 2008

IndiceIntroduzioneRiferimenti normativiMorfologia dell’AgenziaIl progetto di mobilità sostenibileRaccolta informazioneAnalisi dei datiLe risposte per fasce d’etàIl mezzo per recarsi al lavoroIl mezzo per recarsi al lavoro nelle sedi decentrate sul territorio regionaleGli orari ed il tempo impiegato per recarsi al lavoroIl parcheggioI chilometri percorsiLe alternative al mezzo a motoreIl trasporto collettivo speciale per l’AgenziaL’uso collettivo della stessa autoL’uso della biciclettaL’uso dei mezzi pubbliciIl trasporto pubblicoLe azioniIl trasporto collettivo aziendaleIl car sharingIl car poolingLa georeferenziazione degli indirizzi di partenza dei dipendentiIncentivo all’uso della biciclettaLe emissioni in atmosferaLa lettera di presentazione e il 8293435404Arpa Piemonte – Piano degli spostamenti casa, lavoro dei dipendenti dell’Arpa Piemonte - Febbraio 2008

IntroduzioneIl Decreto del Ministero dell’Ambiente 27 marzo 1998 pone tra i suoi obiettivi ilrisanamento e la tutela della qualità dell’aria e l’incentivo ad individuare ed utilizzaresistemi di mobilità collettiva o alternativa all’uso dell’auto privata da parte dei singoli perrecarsi al lavoro. Impone alle imprese e agli enti pubblici con singole unità locali con più di300 dipendenti e alle imprese con più di 800 addetti dislocati su più sedi di adottare unPiano degli Spostamenti Casa-Lavoro (PSCL) per il proprio personale dipendente,individuando a tal fine un Responsabile della Mobilità Aziendale (Mobility Manager). Al finedi instaurare e mantenere il collegamento tra gli Enti Locali e le Aziende che erogano iservizi di Trasporto Pubblico sul territorio, il Mobility Manager deve valutare le azioni damettere in atto congiuntamente al Mobility Manager di area.La realizzazione del PSCL ha richiesto la predisposizione di un progetto in cui sono statiindividuati i seguenti obiettivi intermedi: Raccolta informazioni sulle esigenze mobilità aziendale Definizione delle azioni Confronto Piano con altre realtà e con i dipendenti Realizzazione azioni Realizzazione azioni di controllo e strategie di implementazioneNel presente documento si illustrano le possibili soluzioni che possono essereefficacemente messe in atto per dare risposta al problema degli spostamenti casa-lavorocasa, suggerendo alternative all’uso dell’auto privata, con benefici in termini di costi, tempie flessibilità.Si cercherà infatti, sulla base delle informazioni raccolte dal questionario di affiancareall’eventuale cofinanziamento dei titoli di viaggio, sistemi per incentivare il car pooling(uso collettivo di un auto di proprietà di uno dei suoi occupanti), l’uso della bicicletta eeventuali sistemi di trasporto aziendale, quest’ultima proposta è attuabile in viasperimentale inizialmente presso la Sede dell’Arpa di Via Pio VII qualora dalle risposteemerga una disponibilità all’iniziativa tale da renderla sostenibile.L’analisi del trasporto pubblico per le altre sedi avrà corso nell’anno 2008, così comel’analisi e l’individuazione delle azioni per rendere sostenibile, per quanto possibile, lamobilità effettuata per lo svolgimento delle attività istituzionali.I principali riferimenti normativi sono i seguenti:- D.M. 27/03/1998 Mobilità sostenibile nelle aree urbane- Delibera di Giunta Regionale dell’11 novembre 2002, n. 14-7623 per la parte relativa allamobilità, Delibera a seguito dell’emanazione del DM 60/2002, con la quale la RegionePiemonte ha provveduto a definire le nuove Zone di Piano e a stabilire laregolamentazione e gli indirizzi per la realizzazione, da parte delle Province, dei Pianidi azione di cui all’articolo 7 del Decreto legislativo 351/1999, in sostituzione delloStralcio di Piano 6.1 allegato alla legge regionale 43/2000 – al fine di mettere in attoprovvedimenti tesi a ridurre gradualmente ma stabilmente le percorrenze effettuate conveicoli a motore nei centri abitati, favorire l’ammodernamento del parco veicolare sia5Arpa Piemonte – Piano degli spostamenti casa, lavoro dei dipendenti dell’Arpa Piemonte - Febbraio 2008

pubblico che privato, incentivare l’utilizzo dei mezzi a basso impatto ambientale,favorire il trasporto collettivo dei privati e dei lavoratori, razionalizzare, fluidificare edecongestionare la circolazione;- Aggiornamento dell’Inventario Regionale delle Emissioni in Atmosfera (IREA) checonferma come la mobilità delle persone e delle merci rappresenti più di un terzo deiconsumi energetici del Piemonte;- Delibera di Giunta Regionale 66-3859 del 18 settembre 2006 - Delibera avente peroggetto l'Attuazione della Legge Regionale 7 aprile 2000 n. 43. Disposizioni per latutela dell’ambiente in materia di inquinamento atmosferico. Aggiornamento del Pianoregionale per il risanamento e la tutela della qualità dell’aria;- Delibera di Giunta Regionale 66-3859 del 18 settembre 2006 che individua alcuniprovvedimenti strutturali attuabili nel breve periodo, provvedimenti che devono essereadottati in maniera stabile e sistematica nella Zona di Piano;- Delibera di Giunta Regionale 96-6627 del 30 luglio 2007 che individua i progetti prioritaria sostegno delle azioni del Piano per il risanamento e la tutela della qualità dell’aria dainserire nel Programma di finanziamenti per le esigenza di tutela ambientale connesseal miglioramento della qualità dell’aria e alla riduzione delle emissioni di materialearticolato in atmosfera nei centri urbani di cui al DM 16/10/2006;- Delibera di Giunta Regionale 33-7403 del 12 novembre 2007 nella quale la Giunta hastabilito di intervenire con un contributo del 33% del costo dell’abbonamento annuale afavore dei dipendenti delle imprese e degli enti che sostengano a loro volta, una quotadell’importo di tale abbonamento per promuovere l’utilizzo del trasporto pubblico localeda parte dei propri dipendenti.6Arpa Piemonte – Piano degli spostamenti casa, lavoro dei dipendenti dell’Arpa Piemonte - Febbraio 2008

Morfologia dell’AgenziaL’Arpa Piemonte è ubicata nelle seguenti sediStrutturaCittàIndirizzoComplessa01, 02, 03, 04,TorinoVia Pio VII, 905, 06, 17, 18,19, 20, 2202La LoggiaStrada Nizza, 2402, 03,06,20GrugliascoVia Sabaudia, 16402, 06, 21IvreaVia Jervis, 3004PineroloVia San Giuseppe, 3905SestrierePiazzale Kandahar06NichelinoVia Giusti, 5606PineroloStradale San Secondo, 1006Settimo T.seVia Regio Parco, 906SusaPiazza San Francesco, 406VenariaCorso Garibaldi, 4402, 03, 07AlessandriaVia Spalto Marengo 37 e 3802AlessandriaVia Don Gasparolo, 116AlessandriaVia del Guasco, 103, 07Casale MonferratoC.so Indipendenza 37/3907Novi LigureVicolo Ghiara, 107OvadaVia Buffa, 1402, 08AstiPiazza Alfieri, 3308AstiVia Cattedrale, 808Nizza MonferratoPiazza Cavour, 214AstiCorso Dante, 16309BiellaVia Trento, 1122BiellaVia Tripoli, 3302, 04, 10, 15, 22 CuneoVia Vecchia di Borgo SanDalmazzo, 1110BraVia vittorio Veneto, 14/B10FossanoVia Camponogara, 5110MondovìVia Beccaria, 502, 03, 11NovaraViale Roma, 7E04NovaraVia Dominioni, 411GozzanoVia Padre Picco,102, 12OmegnaVia IV Novembre, 29412VerbaniaVia San Carlo, 412VilladossolaPiazza Stazione, 202, 03, 13VercelliVia Bruzza, 413, 21VercelliVia Trino, 89N 396145031511312417Arpa Piemonte – Piano degli spostamenti casa, lavoro dei dipendenti dell’Arpa Piemonte - Febbraio 2008

Il Progetto di Mobilità SostenibileFase informativa e di analisiMilestoneAttivitàRaccolta informazioniEsigenze mobilità aziendaleScenario attuale offertatrasporto al 29/02/2008Progettazione ed esecuzionecampagna indaginiInformazione ai potenziali utentidei beneficiInvio questionarioRecall per compilazionequestionariElaborazione dei datiStudio offerta a servizio domandaaziendale.Analisi condizioni strutturaliaziendaliFase progettualeMilestoneDefinizione azioni formazione preventivaprima di iniziarel’iniziativaPosta elettronicaPosta elettronica25/01/2008Archivio informaticoalfanumerico e georiferitoAccessibilità, capacità elivello di servizio offertodalla rete di trasportoAnalisi rete viaria e ciclopedonale di collegamentocon i nodi del trasportopubblicoAnalisi offerta diparcheggioAnalisi reti ciclo pedonaliEsistenza mezzitrasporto aziendaliEsistenza servizi ditrasporto collettivo privatoOfferta parcheggioaziendaleRisorse aziendali 08AttivitàStrumentiTempiAnalisi del trasporto pubblico,valutazione numerica equantificazione finanziariaabbonamenti annualiValutazione possibilità istituzioneServizio trasporto o persone02/03/2008Convenzione o trattativaprivataQuestionarioServizio webServizi quali ricoveri,coperti, sicuriDocumenti di bilancio,normative10/03/2008Valutazione Promozione eincentivi uso biciclettaStima dei costi ecompartecipazione dipendenti10/03/200810/03/200830/03/2008Fase di confrontoMilestoneAttivitàStrumentiTempiConfronto Piano con altrerealtà e con i dipendenti30/03/2008Verifica con il personale AgenziaCoordinamento con altri Enti e/oaziende presenti in zonaRiunioniContatto persone20/03/200830/03/2008Fase attuativaMilestoneAttivitàStrumentiTempiStima dei costiQuestionario25/03/2008Realizzazione eventualiconvenzioni o trattative privateDefinizione regolamentiEvidenza pubblica30/03/2008Doc. di sistema10/04/2008Realizzazione azioniPer attuazione del Piano01/05/20088Arpa Piemonte – Piano degli spostamenti casa, lavoro dei dipendenti dell’Arpa Piemonte - Febbraio 2008

Realizzazione eventuali strutturelogistiche (rastrelliere,cartellonistica ecc.)Attuazione azioni approvateFase di aggiornamento e monitoraggioMilestoneAttivitàRealizzazione azionidi controllo, valutazione estrategie diimplementazione31/12/2008Valutazione efficacia degliinterventi intesi mediantevalutazione soddisfazione deidipendenti, schede costi, schedetempi, schede indicatoriambientaliRealizzazione sistemacomunicazioneCampagna implementazioneCassa narioSchede30/07/2008News letter30/09/2008Strategie persuasioneStrategie concessioneStrategie di restrizione31/12/2008Raccolta informazioniPer la raccolta delle informazioni è stata messa in atto una strategia di comunicazione chemediante l’utilizzo della posta elettronica fosse in grado di raggiungere tutti i dipendentidell’Agenzia. Tutti i dipendenti dell’Agenzia sono dotati di un indirizzo personale di postaelettronica per il quale sussiste l’obbligo, stabilito con Direttiva n.13/2004 del DirettoreGenerale di lettura dei contenuti giornaliera.Pertanto è stata inviata una prima nota informativa sull’intenzione di attuare il Progetto perla mobilità sostenibile ed a distanza di pochi giorni l’invio del questionario con relativalettera di presentazione e accompagnamento del medesimo.Il Bando della Regione Piemonte che prevede il cofinanziamento dei titoli di viaggio,unitamente all’incentivo di riduzione delle emissioni e conseguente miglioramento dellaqualità dell’aria sono stati utilizzati come incentivo per la compilazione.Sono state poste domande che cercavano di indagare: la distanza del domicilio dal luogo di lavoro; i tempi di percorrenza; i mezzi utilizzati; le motivazioni per l’uso del mezzo privato a motore; le eventuali alternative al mezzo privato verificando in particolare la propensione all’usodi un eventuale mezzo aziendale, all’uso di un sistema di “car pooling” (piccolo gruppodi persone che si recano al lavoro insieme usando una sola auto), all’uso dellabicicletta e la disponibilità ad un abbonamento annuale ai mezzi pubblici a fronte di uncofinanziamento del 53%.Sono stati richiesti i dati anagrafici e di indirizzo, garantendo l’uso riservato degli stessi,secondo quanto disposto dalle vigenti norme in materia, per eventualmente mettere incontatto i dipendenti per l’at